Cantina Les Crêtes

Cantina Les Crêtes

Ettari vitati: 20

Prod. annua: 170.000 bottiglie

Enologo: Pietro Boffa e Costantino Charrere

Les Crêtes: passione e innovazione da oltre 200 anni - Aymavilles (AO) www.lescretes.it

Ad Aymavilles lungo la Dora Baltea, nell’estremo nord ovest italiano, dal 1989 la famiglia Charrère tiene alto l’onore della viticoltura valdostana con la loro produzione vinicola e un’etichetta che ormai è storia: Cantina Les Crêtes. La forza di credere in questo progetto è da attribuire a Costantino Charrère che con passione e determinazione ha creato la cantina e creduto nelle varietà autoctone di questa terra, portando il nome della Val d’Aosta in tutto il mondo. In questa regione la viticoltura è denominata “eroica”, in quanto i vigneti si trovano ad altitudini elevate, i terreni sono impervi e il clima non è sempre favorevole. Queste caratteristiche sono però la forza di questi vini e si ritrovano nel bicchiere in tutta la loro migliore espressione; le forti escursioni termiche e un terreno ricco di minerali contribuiscono notevolmente all’arricchimento qualitativo delle uve creando dei vini con forte eleganza e personalità. I bianchi di Cantina Les Cretês, in particolare l’autoctono Petite Arvine o lo Chardonnay, sono vini di grande finezza e freschezza con un corredo gusto-olfattivo complesso e armonico. I rossi in particolare il Pinot Nero o gli autoctoni Torrette o Fumin (derivati dal Nebbiolo) sono vini di grande eleganza; non troppo corposi, ma ricchi di sfumature e ideali per accompagnare la cucina tradizionale valdostana. Non mancano i passiti che da queste parti assumono toni che rimandano ai grandi classici dei vini dolci francesi. Cantina Les Cretês oggi è ancora gestita dalla famiglia e con 20 ettari di vigneti distribuiti in sei comuni valdostani e una produzione media annua di 180.000 bottiglie, è la più grande azienda privata operativa sul territorio regionale. Se i vini della Val d’Aosta godono oggi di grande popolarità e curiosità, lo si deve a questa cantina che ha saputo con lungimiranza credere in un progetto imprenditoriale e ha fatto da apripista a molti altri produttori della Regione.

Acquista dalla cantina

Ettari vitati: 20

Prod. annua: 170.000 bottiglie

Enologo: Pietro Boffa e Costantino Charrere