Bibi Graetz

Bibi Graetz

Ettari vitati: 50

Prod. annua: 260.000 bottiglie

Enologo: Bibi Graetz

Fondazione: 2000

Vini bianchi e rossi di carattere - Fiesole (FI) www.bibigraetz.com


Nelle affascinanti colline di Fiesole intorno a Firenze, si trova il Castello di Vincigliata, splendida dimora medievale risalente al 1031, che dopo i restauri del 1858 viene acquisita negli anni ’60 dalla famiglia Graetz. Intorno a quest’ antica costruzione, viene fondata la cantina Bibi Graetz e si estendono gli antichi vigneti della Tenuta. Bibi Graetz non nasce come produttore di vini ma come pittore; è solo a cavallo degli anni 2000 che decide di prendere in gestione vecchi vigneti e di conciliare la sua vocazione artistica con quella per la produzione vinicola, specializzandosi nella valorizzazione di uve autoctone.
Oggi Bibi Graetz conta circa 50 ettari di terreno vitato sparso tra Fiesole, Rufina, Greve, Panzano e persino sull’Isola del Giglio dove, in terrazze a picco sul mare e su terreni sabbiosi, coltiva con successo l’Ansonica, una varietà tipica dell’Isola. L’anima però della cantina è legata alle uve che in queste terre argillose e ricche di galestro, trovano il loro habitat naturale e si esprimono al massimo delle loro potenzialità: il Sangiovese, il Canaiolo e il Colorino. Il 100% Sangiovese “Testamatta” prodotto nelle antiche vigne intorno al castello o il “Soffocone di Vincigliata”, mix dei tre vigneti a bacca rossa, sono l’esempio più riuscito di cosa Bibi Graetz vuole trasmettere nelle sue creazioni. Con Colore, blend di Canaiolo, Sangiovese e Colorino in parti uguali, si arriva agli estremi di eccellenza della sua produzione: un Rosso di tempra e potenza, che può essere annoverato tra le stelle dei Super Tuscan per la sua longevità e armonia di profumi e sapori.
Bibi Graetz rimane comunque un pittore e vuole esprimere la sua arte non solo in cantina, ma anche per la decorazione delle sue bottiglie. Le etichette sono delle vere e proprie opere d’arte che trasmettono con efficacia i colori, l’allegria e le provocazioni tipiche della cultura toscana. In vigna l’attenzione e il rispetto per la terra si traducono in coltivazioni biologiche certificate e in cantina i processi di fermentazione privilegiano lieviti indigeni presenti sulla buccia degli acini. Il successo dei vini Bibi Graetz va ricercato nell’estro e nella cura artigianale che Bibi trasmette alle sue persone. I risultati sono dei vini d’autore che riflettono l’anima nobile dell’artista e che stupiscono nel bicchiere per ricchezza e originalità.

Acquista dalla cantina

Ettari vitati: 50

Prod. annua: 260.000 bottiglie

Enologo: Bibi Graetz

Fondazione: 2000