Berlucchi

Berlucchi

Ettari vitati: 650

Prod. annua: 5.000.000 bottiglie

Enologo: Arturo Ziliani

Fondazione:1955

Le origini del Franciacorta - Corte Franca (BS) www.berlucchi.it

Poche cantine possono vantare un legame stretto con il territorio: una di queste è sicuramente Berlucchi con la Franciacorta. Il primo Spumante Metodo Classico Italiano, infatti, ha un luogo e un anno di nascita: Borgonato di Cortefranca 1961. Il contesto è la provincia di Brescia, nello storico Palazzo Lana de Terzi che fin dal 1860 domina queste nobili colline.
In questa affascinante location, Guido Berlucchi decide di intraprendere la sua carriera di viticoltore piantando un’uva a bacca bianca che chiama “Pinot di Castello”; il vino prodotto tuttavia presentava un problema di stabilità, in quanto una volta imbottigliato, tendeva a intorbidire. In suo aiuto agli inizi degli anni ‘50 giunge un giovane enologo, Franco Ziliani, fresco di diploma all'Istituto di Enologia di Alba. Ziliani propone come soluzione di usare questo vino come base per provare a produrre uno spumante metodo classico.
I primi esperimenti non sono entusiasmanti ma finalmente nel 1961 il duro lavoro di Berlucchi porta i suoi frutti e vedono la luce le prime leggendarie 3.000 bottiglie di uno spumante eccellente, che da allora non avrà più avversari. Inizialmente viene denominato “Pinot di Franciacorta”, mentre dal 1995 riporterà in etichetta solo “Franciacorta DOCG” e il successo di critica e di pubblico sarà travolgente.

 

Berlucchi Franciacorta, sinonimo di Spumante Metodo classico italiano.


Dire Berlucchi Franciacorta oggi equivale a dire Spumante prodotto con Metodo Classico. Le uve da cui nasce sono solo tre: Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco. Oggi la produzione annua della cantina si aggira intorno alle 5 milioni di bottiglie e negli anni l’assortimento si è altamente diversificato. Una delle prime variazioni fu il “Max Rosé”, primo spumante rosato d’Italia. Questa elegante e rivoluzionaria bollicina venne prodotta ad “hoc” per Massimiliano Imbert, famoso antiquario milanese e grande amico di Guido Berlucchi.
A seguire fu prodotta la storica Cuvée Imperiale Berlucchi, nelle versioni Demi Sec, Vintage, Max Rosé, Brut e dal 2001 vengono realizzati i Millesimati Cellarius Brut e Rosè fino alle prestigiose riserve “Palazzo Lana”. L’etichetta con l’indicazione “Berlucchi 61” venne realizzata dal 2009 e celebra la storia di Berlucchi consolidando ancor di più il legame con la Franciacorta, in cui tutto è iniziato. Nonostante i 500 ettari di terra vitata, Il cuore pulsante dell’azienda rimane Borgonato, che oggi più che mai è meta di pellegrinaggio e visite e guidate per degustare i prestigiosi vini e assaporare l’atmosfera della storica cantina dove, nei suoi sotterranei, è ancora ben visibile in una nicchia una di quelle famose bottiglie del 1961.
Guido Berlucchi, audace e visionario imprenditore ci ha lasciato purtroppo da qualche anno, Ziliani invece ha lasciato il “timone” dell’impresa ai figli Arturo, Cristina e Paolo, che, senza snaturare lo stile, le tradizioni e la filosofia produttiva, sono riusciti a elevare questa cantina a punto di riferimento per la produzione di bollicine nel mondo. Scopri tutta la selezione di vini Berlucchi Franciacorta!

Acquista dalla cantina

Ettari vitati: 650

Prod. annua: 5.000.000 bottiglie

Enologo: Arturo Ziliani

Fondazione:1955